stephen king, richard bachman, pseudonimo, biografia, scrittoreRichard Bachman nacque a New York e i primi anni della sua vita sono avvolti nel mistero, non si sa praticamente nulla.

In giovane età presta servizio per quattro anni presso la Guardia Costiera, seguiti da altri dieci nella Marina Mercantile.

Dopo qualche anno si trasferì in una zona rurale, nel centro del New Hampshire, dove ha diretto una piccola azienda lattifera. Bachman, sofferente di insonnia cronica, iniziò a scrivere la notte, una volta rimesse le vacche nelle stalle.  Bachman sposa Claudia Inez Bachman, dalla quale ha avuto un figlio; purtroppo, a meno di sei anni, il bambino cadde in un pozzo, dove morì annegato.

Nel 1982, Bachman scoprì di avere un tumore alla base del cervello, rimosso con successo dopo un delicato intervento chirurgico.

Nel 1985, Bachmna muore improvvisamente a causa di un "cancro dello pseudonimo", una rara forma di schizonomia.

Al momento della morte, Bachman aveva già pubblicato cinque libri: "Rage", "The Long Walk", "Roadwork", "The Running Man" e "Thinner". I primi quattro romanzi furono pubblicati in edizione tascabile, con la copertina morbida. L'ultimo invece, visto il costante aumento di lettori, fu pubblicato con la copertina rigida ed ha ottenuto un'ottima critica. Poco prima di morire, Bachman aveva in mente un'idea per un nuovo romanzo, ricco di suspence, che sarebbe stato intitolato "Misery" (Tale libro è stato poi plagiato da un noto autore di libri horror).

I fan di Bachman hanno avuto una buona notizia quando, nel 1994, preparadosi a traslocare, la vedova ha trovato uno scatolone pieno di manoscritti del marito. La scatola conteneva racconti e romanzi, la maggior parte dei quali incompleti. Uno però, era praticamente finito, "The Regulators". La vedova ha portato il manoscritto all'ex editore di Bachman, Charles Verrill, che l'ha giudicata all'altezza delle sue altre opere. Dopo aver apportato alcune piccole modifiche e con l'approvazione della vedova (ora Claudia Eschelman), "The Regulator" è stato pubblicato nel settembre del 1996.

Nel 2007 è stato poi pubblicato un'altro romanzo postumo, "Blaze".

Dopo la morte di Bachman, Charles Verrill si occupò delle opere di Stephen King, uno scrittore i cui lavori erano molto somiglianti al Bachmna dell'ultimo periodo. Quando a King venne chiesta un opinione su Richard Bachman, egli rispose: «Un brutto uomo... sono contento che sia morto».


Bibliografia

I libri pubblicati da Bachman sono sette in tutto, dei quali gli ultimi due sono stati pubblicati postumi.


Le Origini Di Bachman
All'inizio della carriera di Stephen King, era opinione comune tra gli editori che che fosse un autore da pubblicare al massimo una volta all'anno, parere non accettato dal pubblico. Allora King, al fine di aumentare la sua pubblicazione, decise di scrivere sotto pseudonimo, convincendo la Signet Books a stampare i libri sotto tale speudonimo.
Inoltre, King ha dichiarato nell'introduzione della raccolta "The Bachman's Books" che Bachman è stato un tentativo di dare un senso alla sua carriera, cercando di capire se il suo successo fosse dovuto al suo talento oppure solo alla fortuna. Ha inoltre aggiunto di aver lanciato sul mercato le opere di Bachman con la minima tiratura possibile. Ha concluso che non ha ancora trovato risposta al questito "talento o fortuna?". Tuttavia, il libro "Thinner", che sotto il nome di Bachman ha venduto 28.000 copie, ha visto le vendite aumentare di dieci volte una volta che si è scoperta la verità sull'identità di Bachman.
Inizialmente lo pseudonimo scelto da King fu Gus Pillsbury (nome del nonno materno); all'ultimo momento cambiò idea, scegliendo quindi Richard Bachman, in onore di Donald E. Westlake, autore di romanzi gialli, che per lungo tempo scrisse sotto il nome di Richard Stark (Il nome Stark fu poi ripreso da King nel libro "La Metà Oscura", nel quale uno scrittore scrive i suoi romanzi sotto questo pseudonimo).
Il cognome Bachman invece, fu scelto da King prendendolo dal nome di una rock band che ascoltava in quel periodo, i Bachmna Turner Overdrive.
King fece in modo di dedicare i primi libri di Bachman a persone vicine e fece dei riferimenti velati alla propria identità. Questi indizi, unito alla somiglianza degli stili dei due autori, ha suscitato forti sospetti nei fan del genere. King ha sempre negato qualsiasi collegamento con Richard Bachman e per allontanare i sospetti fece in modo che "Thinner" fosse dedicato alla "presunta" moglie di Bachman e inserì anche una falsa immagine di Bachman nel retro-copertina.
King non potè più negare il legame tra lui e Bachman quando un impiegato di una libreria, Steve Brown, sospettando che i due fossero la stessa persona, si reca alla Library Of Congress e trova nei registri delle pubblicazioni che un libro di Bachman era stato registrato a nome di Stephen King. La scoperta di Brown ha portato a stilare un comunicato stampa nel quale si annunciava la morte di Bachman per "cancro dello pseudonimo".

Scarica App

Inquadra il QR Code e scarica l'app per essere sempre aggiornato sul mondo di Stephen King.

 

 

qr code without logo

 

La Torre Nera - Stephen King Copyright © 2009-2014